Psicologia della Comunicazione Online: Intervista ad ALESSANDRO BANCHELLI

Alessandro Banchelli è un comunicatore online, un esploratore della rete attivo nella ricerca e creazione di contenuti. E’ un “Segugio del Web” che come me cerca di utilizzare Internet in maniera intelligente.

eDentity_Coach
 
Qui potete leggere il suo profilo per approfondire i suoi interessi professionali.
Con Alessandro ci conosciamo da diverso tempo e volevamo sentire da lui qual’è a tutt’oggi lo stato dell’arte del suo percorso di ricerca in Internet.

Alessandro_Banchelli 

Claudio:
Ciao Alessandro è un piacere per me risentirti dopo un pò di tempo e leggere del tuo percorso evolutivo sul Web. Ce ne vuoi parlare? Chi è oggi Alessandro Banchelli?

Alessandro:
Ciao Claudio, è davvero un piacere risentirti. Ne sono molto felice. Beh in questi due anni, ho continuato maturare le mie esperienze nel settore del marketing online. Da editore mi sono preso molte soddisfazioni ed ho portato Master New Media Italia ad essere uno tra i primi siti in Italia nel settore del nanopublishing. Poi ho avuto la grande opportunità di lavorare ad Intarget.net una delle migliori aziende italiane nel settore del search marketing ed ho deciso di dedicarmi in profondità a queste tematiche.

Claudio:
Vuoi descriverci quale ATTIVITA’ svolgi in questo periodo?

Alessandro:
Ad Intarget sono responsabile del search advertising e coordino un team che cerca di massimizzare gli investimenti dei nostri clienti in soluzioni a pagamento online. Lo facciamo utilizzando il keyword advertising, i motori di comparazione prezzo, il display advertising ed ogni altra soluzione di web adv che ci permetta di far ottenere dei risultati chiari e misurabili ai nostri clienti.

Claudio:
Qual è la cosa che ti appassiona maggiormante nel Web?

Alessandro:
Mi appassiona tutto quello che è marketing sul Web. Mi appassiona la possibilità di questo mezzo di far crescere economicamente le piccole realtà italiane e di incrementare le potenzialità di business delle grandi. Questo significa più piccoli imprenditori e più posti di lavoro a chi affida il suo futuro ad una grande azienda. Il Web è un mezzo meritocratico e chi crede con costanza e fiducia nel suo lavoro può crescere e svilupparsi, a patto di maturare con decisione le proprie competenze.

Claudio:
Quali Tecniche di Webmarketing consiglieresti alle Aziende Italiane per usare il Web in modo Intelligente procurando Visibilità e ROI?

Alessandro:
Ti rispondo con un solo termine: search marketing. Un’azienda deve saper intercettare i bisogni del proprio consumatore. Questi bisogni si esprimono in ricerche su Internet, sui motori, all’interno di siti, nei comparatori, nei forum ed in tutte quelle pagine Web che rispondono alle domande espresse da un consumatore. Un’azienda che desideri ottenere visibilità, ma soprattutto un ritorno sull’investimento deve comprendere dove gli utenti cercano, cosa cercano e costruire la propria risposta dove è più rilevante per il proprio business.
Questo significa ad esempio investire in 100 pagine di contenuti profilati, ma anche fare una campagna di keyword advertising sui propri prodotti più importanti veicolando le pubblicità su pagine chiare e persuasive. Non solo, significa anche tutelare il proprio brand comunicando con i propri consumatori in forum o siti di opinione. Questo è il search marketing, non sono tecniche, è la consapevolezza e il bisogno di dover intercettare le persone che compreranno, valuteranno il tuo prodotto e soprattutto ne parleranno in giro.

intarget

Claudio:
Oggi si sente parlare molto di Corporate BLOG, RSS, Podcasting, Webcast, Socialnetwork….
Secondo la tua esperienza in che modo il WEB 2.0 può generare Business?

Alessandro:
Il Web 2.0 genera business se e solo un’azienda ha chiari i suoi obiettivi in termini di fatturato ed investe in persone e aziende che insieme a lei creano un piano di lavoro preciso e misurabile. Se un’azienda crea un corporate blog deve aver chiaro a quale risultato mira in termini di acquisti sul proprio sito, o semplicemente di accessi. Questi termini sono solo formule magiche se non si traducono in piani di lavoro che hanno naturalmente un costo in termini di investimenti e di risorse. Il costo si trasforma in risultato se le idee sono chiare e l’impegno di chi lavora al progetto è serio e costante.

Claudio:
Parlaci un pò del tuo lavoro! Quali Obiettivi e quali Risutati hai ottenuto per le Aziende che hanno investito nel Webmarketing? Facci alcuni esempi!

Alessandro:
Il mio lavoro ad Intarget consiste nel comprendere insieme a tutto il team le esigenze di un’azienda che decide di investire in soluzioni a pagamento di search advertising. Una volta comprese, pianificare gli investimenti di questa azienda e gestire il progetto con tutti i feedback che un progetto di comporta. I risultati che abbiamo ottenuto sono certificati dai clienti che si affidano al nostro lavoro.

Alcuni Clienti per cui stiamo lavorando  plus


Claudio:
Quali sono le prospettive FUTURE di Internet e in che modo le Aziende Italiane possono prepararsi per stare al passo?

Alessandro:
Su Internet non ci sono prospettive, ci sono scelte da fare ora, senza perdere tempo. Le aziende italiane non devono stare al passo, devono cominciare a correre, a correre molto velocemente, a correre insieme alle aziende e alle persone che in questi anni hanno maturato quell’esperienza che sappia indicare loro la strada.

Claudio:
Grazie di cuore Alessandro per il tempo che ci hai dedicato, è sempre un piacere sentirti comunicare e lavorare con te.

Alessandro:
Grazie a te Claudio, un abbraccio a te e a tutta la tua famiglia, ed i miei più profondi complimenti per il tuo lavoro.

AddThis Social Bookmark Button

Annunci

2 Comments

  1. Buongiorno al blogger ed al suo ospite.
    Ho letto con molto interesse l’intervista e trovo eccitanti le indicazioni ed i commenti che Alessandro ha voluto segnalare.
    Sono “giovane” delle logiche del web ed e’ per questo motivo che trovo stimolate
    poter leggere i consigli degli addetti ai lavori.
    Servono senz’altro a chiarire oltre che ad indirizzare utenti spaventati ed incerti che vedono l’opportunita’ del web ancora troppo nebulosa.

    Faro’ quindi tesoro dei consigli che chiaramente mi propongo di mettere in pratica.

    Adry

    Rispondi

  2. Ovviamente quello che dice Alessandro sull’opportunità di business legata al 2.0, come scelta aziendale, dipende molto dalla strategia che l’azienda adotta

    vero

    In questo settore cè davvero molto da fare

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...